Evento – Skills Intelligence: i big data per l’analisi delle competenze

Invito evento 29 novembre Skills Intelligence Emilia-Romagna

Skills Intelligence: i big data per l’analisi delle competenze – Strumenti e buone pratiche dall’Europa all’Emilia-Romagna, che si svolgerà presso l’Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa in Piazza Nettuno, 3 a Bologna, il giorno 29 novembre 2023.

 

L’evento nasce nell’ambito di Skills Intelligence Emilia-Romagna, un’iniziativa della Regione Emilia-Romagna, realizzata da ART-ER Attrattività Ricerca Territorio, con il supporto del FSE+ 2021-2027, e la collaborazione dell’Agenzia regionale per il Lavoro, Unioncamere Emilia-Romagna, associazioni Clust-ER e Big Data. Il progetto dal 2021 ha l’obiettivo di offrire uno strumento avanzato di analisi dei fabbisogni di competenze agli attori del territorio, per l’aggiornamento dei percorsi formativi, l’orientamento e il matching di competenze, in sinergia con gli obiettivi dell’art.7 della recente Legge regionale 21 febbraio 2023, n.2 Attrazione, permanenza e valorizzazione dei talenti ad elevata specializzazione in Emilia-Romagna.

L’evento, parte della European Skills Year e del Festival della cultura tecnica,  è pensato in particolare per docenti, formatori, progettisti formativi e didattici, operatori per l’orientamento, servizi di incontro domanda/offerta di lavoro e professionisti HR a cui sarà presentata la metodologia della skills intelligence e lo strumento Skills Intelligence Emilia-Romagna attraverso l’esperienza di attori del territorio e di esperti internazionali.

Nella seconda parte dell’evento si svolgeranno anche due workshop pratici con posti limitati, a cura di ART-ER e Agenzia regionale per il lavoro, riservati a chi voglia approfondire tutte le funzionalità dello strumento.

La partecipazione è gratuita ma è necessaria l’iscrizione entro il 25 novembre 2023 utilizzando il seguente link: http://bit.ly/skillsintelligence2023

 

Programma iniziativa

After Festival: trasformazione e cultura digitale fa tappa a Bologna

 26-27 ottobre 2023 – 9.00 – 18.30
 Bologna, varie location
 Programma

After Festival è la manifestazione che Regione Emilia-Romagna dedica alla diffusione della cultura digitale, per portare in scena le trasformazioni della società contemporanea.

Per l’edizione 2022/2023, l’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna ha organizzato il festival su tutto il territorio regionale, partecipando anche a manifestazioni e iniziative esistenti, dedicate all’innovazione, nelle sue diverse forme.

La quinta e ultima tappa, che si terrà da giovedì 26 a venerdì 27 Ottobre, è organizzata in collaborazione con ART-ER, la Cooperativa Sociale Archilabò, la Biblioteca Salaborsa e il Comune di Bologna.

Un hackathon per dare vita alle idee

Un hackathon per dare vita alle idee

Nel 2023 la settimana europea della programmazione prevede uno straordinario hackathon dedicato alle soluzioni informatiche a supporto della transizione ecologica nel quale studenti della scuola secondaria superiore di età compresa tra 15 e 19 anni, organizzati in squadre, utilizzeranno le loro competenze di programmazione, organizzazione, innovazione, comunicazione e creatività. In Italia la maratona informatica, lunga 24 ore, si svolgerà dal 2 al 3 ottobre 2023.

L’EU Code Week è un movimento che celebra la creatività, la risoluzione dei problemi e la collaborazione attraverso la programmazione e altre attività tecnologiche. L’idea è quella di rendere la programmazione più visibile, di mostrare come si dà vita alle idee con il codice, di diffondere queste competenze e di riunire persone motivate a imparare.

L’Italia è uno dei sei Paesi selezionati per il Code Week Hackathon 2023 e gli organizzatori sono il Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria dell’Università di Bologna (prof.ssa Antonella Carbonaro, prof. Alessandro Ricci) e il Dipartimento di Scienze Pure e Applicate dell’Università degli Studi di Urbino. (prof. Alessandro Bogliolo, prof.ssa Sara Montagna).

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina:

https://eventornado.com/event/italy-code-week-hackathon-2023#home

DigComp 2.2 in italiano

Da oggi il DigComp 2.2 parla italiano

Disponibile la traduzione italiana del DigComp 2.2, il Quadro europeo per lo sviluppo delle Competenze Digitali per i cittadini

Il DigComp 2.2, Digital Competence Framework for Citizens, fornisce un linguaggio comune per identificare e descrivere le aree chiave delle competenze digitali. Si tratta di uno strumento sviluppato a livello europeo per migliorare le competenze digitali dei cittadini, aiutare i responsabili politici a formulare politiche che supportino lo sviluppo delle competenze digitali e pianificare iniziative di istruzione e formazione per migliorare le competenze digitali di specifici gruppi target.

Le novità del DigComp 2.2. e i campi di applicazione

Rispetto alla versione precedente, il DigComp 2.2 attualizza aspetti essenziali per la definizione di competenza digitale e fornisce più di 250 nuovi esempi di conoscenze, abilità e attitudini che aiutano i cittadini a impegnarsi con facilità, in modo critico e sicuro con le tecnologie digitali e con quelle nuove ed emergenti, come i sistemi guidati dall’intelligenza artificiale, il lavoro a distanza, l’accessibilità.

Si tratta di un importante strumento per il mondo della scuola e della formazione oltre che per tutti i cittadini, funzionale a molteplici scopi, in particolare nel contesto dell’occupazione, dell’istruzione e della formazione e dell’apprendimento permanente.
Inoltre, il DigComp è stato adottato a livello europeo per costruire il Digital Skills Indicator, l’indice delle competenze digitali, utilizzato per definire gli obiettivi politici e monitorare il Digital Economy and Society (DESI), l’Indice dell’Economia e della Società Digitale. Un altro esempio di applicazione è nel CV Europass per consentire a chi cerca lavoro di valutare le proprie competenze digitali e di includere la valutazione nel proprio Curriculum Vitae.

Il DigComp 2.2 è distribuito sotto la licenza Creative Commons, Attribution-ShareAlike 4.0 International CC BY-SA 4.0..

Il processo di traduzione

La traduzione italiana del rapporto DigComp 2.2 è il risultato di un processo avvenuto in due fasi. Nella prima, alcuni membri italiani della Comunità di pratica DigComp hanno tradotto le novità della versione 2.2 del DigComp.
Successivamente nell’ambito del programma Repubblica Digitale, è stato costituito un Gruppo di Lavoro che ha visto coinvolti attivamente, oltre a rappresentanti del Comitato Tecnico Guida, della Coalizione Nazionale e dei partners di Repubblica Digitale, i professionisti che hanno collaborato alla prima fase della traduzione.
Ora scaricabile la versione pdf del documento, la traduzione italiana del DigComp 2.2 sarà poi disponibile anche su Docs Italia.

Scarica la traduzione italiana del DigComp 2.2 (pdf, 4.5 MB)
Informazioni sulla traduzione: questa versione è sola responsabilità degli autori.

Evento finale di Filling the Gap

Vi invitiamo all’evento finale del progetto Filling the Gap: OER for supporting teachers in distance learning” che si terrà martedì 28 marzo h.15.00 presso il Liceo Scientifico Fanti di Carpi (MO).

Durante l’evento racconteremo il progetto dedicato ad accrescere le competenze digitali di docentə ed educatorə, i prodotti che i partner hanno creato nei quasi 2 anni di progetto (MOOC on Distance Learning e Distance Learning Activieties Kit), ascolteremo le testimonianze di chi li ha già testati, e daremo la possibilità ai partecipantə di provare a loro volta il Kit delle attività di apprendimento (consigliamo quindi di portare un proprio device).

Filling the Gap è dedicato a docentə ed educatorə delle scuole secondarie di secondo grado, ma grazie alla versatilità e adattabilità dei contenuti e degli strumenti realizzati, è aperto a insegnantə di tutti gli ordini e gradi che caldamente invitiamo a partecipare.

Ai presentə sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Per iscrivervi potete cliccare QUI.

Programma evento-finale-Filling the Gap

www.ctna-spacedream.it

Torna Space Dream, l’iniziativa del CTNA per diffondere la cultura aerospaziale nelle scuole. Qui di seguito il video promozionale:

 Sono aperte le iscrizioni per partecipare a “Space Dream”, l’iniziativa culturale organizzata e promossa dal CTNA (Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio) con il supporto di Leonardo e Thales Alenia Space Italia, per portare nello spazio studenti e studentesse delle scuole del territorio nazionale.

L’iniziativa, dedicata alle scuole primarie e alle scuole secondarie di primo e secondo grado, quest’anno su grande richiesta è stata estesa anche alle Associazioni riconosciute e che, da Statuto, sono impegnate nel sostegno dei ragazzi nello studio.

L’edizione 2023 si avvale, inoltre, del contributo di Sapienza Università di Roma, partner scientifico del CTNA nel progetto Space Dream e del contributo scientifico di ASI (Agenzia Spaziale Italiana), ASTROEDU, CNR , INAF e INGV e si svolge con la cooperazione di Edulia Treccani Scuola che ha realizzato e gestisce il sito dedicato.

Per partecipare alla manifestazione ciascun docente dovrà iscrivere gratuitamente la propria classe sulla piattaforma www.ctna-spacedream.it e creare delle squadre, composte da un minimo di 3 a un massimo di 5 studenti coordinate da una ragazza per dare un contributo significativo alla parità di genere e incentivare una sempre maggiore inclusività del mondo femminile in ambito scientifico.

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito CTNA